Just another WordPress.com site

Articoli con tag ‘frasi d’amore’

Fabio Volo (musica e parole) l’amore e dintorni

TI VOGLIO BENE XKE’ (FABIO VOLO)

Ti voglio bene …non solo x quello che hai fatto di te stesso ,ma x ciò che stai facendo di me …
Ti voglio bene …xkè tu hai fatto più di quanto abbia fatto qualsiasi fede x rendermi migliore
e più di quello che abbia fatto qualsiasi destino x rendermi felice….
L’hai fatto senza un tocco,senza una parola,senza un cenno….
L’hai fatto essendo te stesso…
forse dopo tutto,questo vuol dire essere un amico….


IL TEMPO CHE VORREI (FABIO VOLO)

Non si può decidere di amare, viviamo senza poter sapere quando la donna o l’uomo che ci sconvolgerà entrerà nella nostra vita.
Potrebbe arrivare, come purtroppo è successo a me, quando ormai non si è più nemmeno capaci ad amare. Ci sono periodi in cui ci piacerebbe essere sconvolti da qualcuno, ma non è detto che la semplice forza del nostro desiderio ce la faccia incontrare.
E’ come quando si esce per fare shopping, spinti dal desiderio di comprare qualcosa, ma non si sa cosa! Potrebbe essere un libro, una sciarpa, un paio di occhiali o un profumo…ma a volte succede che “non ho preso niente,perchè non ho trovato nulla di interessante!”
Prima di incontrare lei avevo mille storie in ballo, mille avventure. Mi piaceva vivere così. Il fascino della novità è sempre stato per anni una droga cui non potevo rinunciare.
Poi è arrivata lei…e ho sentito che stava succedendo qualcosa di diverso. Tanti particolari mi hanno fatto capire che con lei non era come con le altre…uno di questi era che quando parlavo non mi andava di scegliere le parole, ma solo di dire tutto quello che pensavo e provavo. Con lei ho capito che mi sarei dovuto fermare, ma poi, invece di amarla fino in fondo, mi sono accorto che era arrivato il conto da pagare: Ho scoperto che non ero più in grado di amare.
Se qualcuno mi avesse chiesto se l’amavo, avrei risposto:”SI”. In fondo però, non sapevo se l’amavo veramente. Mentre cercavo di capire se ero ancora capace di farlo, ho iniziato a fingere l’amore.
La capacità di fingere l’avevo già sperimentata ed era ormai un abitudine per me, ci riuscivo bene, avendo finto tutta la vita! Pensavo che sarebbe stato facile anche con lei. Solitamente le persone che fingiamo di amare imparano ad accontentarsi, forse perchè anche se l’amore che si riceve non è vero, è però vera l’offerta, l’intenzione. Il volere, il desiderio di farlo.
Invece di ingannare lei ho ingannato me stesso. Perchè ad un certo punto ci ho creduto veramente.
L’odio non si può fingere, l’amore si. Anche se non per molto. Per assurdo, l’amore che fingevo era la cosa più vera della mia vita.
Nelle storie spesso succede che prima si sta bene e poi si sta male. In alcuni casi “si sta” si sta e basta, ne bene ne male. Noi no. A lei non bastava più l’intenzione, l’offerta, il desiderio di farlo. Il mio vero amore tardava ad arrivare…e lei stava mettendo la sua vita nelle mie mani.
Troppe responsabilità, troppa fragilità, troppa paura.
Accogliere la vita di una persona tra le proprie braccia significa molto, forse troppo per me. Significa prendersi tutto: I suoi sogni, le sue paure, i suoi desideri, il suo modo di pensare, i suoi valori, il suo modo di amare e di parlare. Persino gli orari del suo lavoro, il suono della sua sveglia, che la mattina suonava prima della mia.
Adesso che sono cambiato però, e ho capito molte cose, la rivorrei qui con me…per questo l’ho chiamata…perchè magari il treno non l’ho perso del tutto!
Come quando si scendono le scale per prendere la metropolitana sento il treno che arriva e corro pensando che sia quello che devo prendere. Invece mi sbaglio ed è quello dall’altra parte. Magari con lei non è ancora partito, è ancora li con le porte aperte.
Alla fine sono passati due anni, ma ancora la cerco e ci penso. Cosa mi manca di lei? Mi manca soprattutto il futuro! Nel senso che mi mancano tutte le cose che ancora non so e che vorrei scoprire con lei. Mi manca tutto ciò che avremmo potuto vivere insieme.

Il tempo che vorrei- Fabio volo


LE FRASI PIU’ BELLE DI FABIO VOLO

Cambiare posto al cuore con il cervello. Impara a pensare con il cuore e ad amare con la testa.

Pensare con il cuore ti costringe ad agire con amore. E ogni cosa da amare facendolo con la testa, ti costringe ad amare nel modo giusto. Amare con la testa non vuol dire essere razionali, ma vuol dire coltivare un’educazione al sentimento che non satà mai distruttivo.Fabio Volo

E’ UNA VITA CHE TI ASPETTO

Come potrei convincerti che saprò amarti se non sapessi amare me stesso?
Come potrei renderti felice se non potessi rendere felice me stesso?
Da questo momento mi tolgo ogni armatura, ogni protezione.
Con questo non ti sto dicendo “viviamo insieme”.
Ti sto dicendo “Viviamo”. Punto. Non sono innamorato di te…
Io ti amo. Per questo sono sicuro.
Nell’amare ci può anche essere una fase di innamoramento,
ma non sempre nell’innamoramento c’è vero amore. Io ti amo.
Come non ho mai amato nessuno prima. E sono anche innamorato di te.
La sera, quando tornavo a casa, avevo voglia di stare con una persona che mi avesse scelto.
Volevo essere SCEL-TO! Volevo una persona che voleva me.
Una persona per la quale io non potevo essere sostituito
da un giorno con l’altro. Una persona che mi facesse sentire speciale.
Diverso da tutti. Un individuo. Una persona. Un principe azzurro.

Avevo capito che rinunciare a se stessi,
non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone della camicia.
Tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza. Amarsi è l’unica certezza per riuscire ad amare davvero gli altri.

Le donne sono come fiori: se cerchi di aprirli con la forza,
i petali ti restano in mano e il fiore muore. Perchè solamente con il calore si schiudono.
E l’amore e la tenerezza insieme, sono il sole per un donna.
Avrei dovuto semplicemente amarla. Poi sarebbe stato tutto naturale.
Perchè una donna,quando si sente amata, si apre e dà tutto il suo mondo.

Innamorarsi è una droga, amare è una medicina.

Lei era entrata in quella parte del cuore dove ci sono le cose più buone, quella simile a una credenza dei dolci dove c’è la Nutella, i biscotti, le merendine, la marmellata; quell’angolo di cuore dove quando uno ci entra, succeda quel che succeda, da lì non uscirà mai. Non c’entra l’amore. Ci sono persone che da quando le conosci non smetti mai di volergli bene.

LA FELICITA'(FABIO VOLO)

Crescendo impari che la felicità non e’ quella delle grandi cose.
Non e’ quella che si insegue a vent’anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi…
la felicità non e’ quella che affanosamente si insegue credendo che l’amore sia tutto o niente,. ..
non e’ quella delle emozioni forti che fanno il “botto” e che esplodono fuori con tuoni spettacolari…
la felicità non e’ quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.
Crescendo impari che la felicità e’ fatta di cose piccole ma preziose…
…e impari che il profumo del caffe’ al mattino e’ un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve.
E impari che la felicità e’ fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi,
e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall’inverno, e che sederti a leggere all’ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.
E impari che l’amore e’ fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane, e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore,
e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina, leggere una poesia, scrivere su un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.
E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.
E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.
E impari che tenere in braccio un bimbo e’ una deliziosa felicità.
E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami…
E impari che c’e’ felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c’e’ qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.
E impari che nonostante le tue difese,
nonostante il tuo volere o il tuo destino,
in ogni gabbiano che vola c’e’ nel cuore un piccolo-grande
Jonathan Livingston.
E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità.
Fabio Volo, da “Il Volo del Mattino”

Annunci

Tag Cloud