Just another WordPress.com site

Archivio per la categoria ‘Coppa e calice’

Ad Afrodite (meditazione e preghiere)

donnred

  Rituale: ad Afrodite

 Approfondendo il legame con la dea dell’amore, potete approfondire anche la vostra relazione, sanarla e persino trasformarla. Questo rituale particolare è dedicato nello specifico ad Afrodite, anche se può essere adattato a qualsiasi altra divinità dell’amore verso la quale provate affinità.

Dovete innanzitutto preparare il Vino dell’amore e il pane dell’amore come atto di offerta e impegno solenne. Se non riuscite a prepararli in tempo per il rituale, trovate un altro vino e un altro pane adatti da consacrare. Come per la maggior parte delle operazioni dedicate ad Afrodite, agite di venerdì.

. Purificate lo spazio e voi stessi

. Ungentevi con una pozione o un olio d’amore che ritenete appropriato per il vostro intento

tracciate il cerchio

. invocate i guardiani dei quattro punti cardinali

. recitate questa inovocazione ad Afrodite:

Io t’invoco, o dea Afrodite,

dispensatrice d’amore in tutte le sue forme,

perché tu rimanga vicino a me.

Benedicimi con la tua presenza.

Io t’invoco , Afrodite Urania,

dea dell’amore celestiale, dea dell’amore ideale,

dell’amore perfetto, splendido ed eterno.

Io t’invoco, Afrodite genitrice,

dea dell’amore coniugale, dea dell’unione,

dell’amore equilibrato e impegnato.

Io t’invoco, Afrodite Ninfa

dea del primo amore, protettrice dei giovani,

dell’amore giovanile, puro e innocente.

Io t’invoco, Afrodite Porne,

dea dell’amore erotico, patrona della sessualità,

dell’amore passionale, bestiale e carnale.

In tutti i tuoi aspetti, oscuri e luminosi,

io t’invoco, Afrodite.

Consacrare il pane e il vino, poi pronunciate le seguenti parole:

 Nel tuo santo nome, benedico questo pane,

benedico questo vino.

Questo cibo dell’amore, prodigato dagli dei,

trasformato dalle mie mani umane,

io lo offro a te.

Perchè voglio conoscere le tue consuetudini.

Lo offro a te. Perchè desidero migliorare la mia capacità

di dare e ricevere amore.

Lo offro a te. Perchè desidero comprendere

il mistero dell’Amore Perfetto e incarnarlo

nella mia vita.

Prendete un pezzetto di pane, immergetelo nel vino e mangiatelo. Prendete una porzione di pane più grande e offritelo ad Afrodite. Prendete il calice con il vino e offritelo ad Aferodite. Se siete all’aperto, mettete il pane a ovest, la direzione dell’acqua, e versatevi sopra il vino come offerta alla dea. Poi pronunciate queste parole:

 Che tutte le mie relazioni, con esseri umani, animali,

piante e spiriti, possano essere toccate dal tuo amore e

dalla tua benedizione.

Che io possa vedere l’amore in ogni elemento della natura

e dell’universo, che crea vincola e distrugge,

da questo momento e fino alla fine dei tempi.

Così sia.

 

Meditate. Sfruttate questo momento per osservare il vostro lavoro. Chiedete di essere guidati. Ascoltate i vostri sentimenti e i vostri sensi. Annotate le vostre impressioni sul diario. Potete anche ripetere l’esercizio del viaggio nel Tempio dell’Amore.

Recitate l’invocazione di chiusura:

Ti ringraziamo, grande Afrodite, in tutti i tuoi aspetti,

in tutte le tue sfaccettature.

Grazie per averci svelato i misteri dell’amore.

Che tra di noi possa sempre regnare la pace.

Salute e arrivederci.

Congedate i guardiani dei quattro punti cardinali.

Chiudete il cerchio.

(Cuore di strega, Cristopher Penczack)

 baciodeldeserto

 

Annunci

La coppa, il calice e la magia

https://i0.wp.com/www.yogalifestyle.com/images/POAngelGrail400PM.jpg

“La coppa è per eccellenza il simbolo della Dea, è il “ventre della Dea” in cui viene depositata l’acqua che dà la vita. Viene utilizzato come contenitore dei liquidi necessari per la purificazione (acqua salata) e per banchettare durante il rituale. È associato all’elemento dell’acqua e viene utilizzata spesso per incantesimi in cui è necessario “dare vita” a qualcosa. L’unione della coppa con l’athame simboleggia l’unione tra Dio e Dea all’interno del rituale”.

https://i2.wp.com/www.mondorosashokking.com/archivio/Portals/0/cinema/sacrograalisabelgreen.jpg

“La Coppa Simboleggia la fertilità ed è collegata alla Dea madre,
quindi all’elemento Acqua e alla Luna.
Può essere utilizzata oltre che per contenere dell’acqua, che è spesso presente sull’altare,
anche per contenere le bevande da utilizzare durante un rito o durante i festeggiamenti e
le celebrazioni alle feste degli Dei. Può raccogliere all’interno qualsiasi sostanza che
riteniamo necessaria. Riporta alla mente l’antico calderone usato dalle streghe, c
he poi nel tempo, forse per questione di discrezione e comodità,
ha preso le sembianze dell’odierna coppa (anche se il calderone è ancora usato).
Lo scopo della coppa è di raccogliere, conservare e liberare energia.
Il materiale più comumnemente usato è l’argento o di cristallo,
in modo da simbolizzare e richiamare ulteriormente la figura della Dea,
ma possiamo benissimo averla in, oro, alabastro, terracotta o qualsiasi altro materiale.
In alcune occasioni e ne usano più d’una, uno per la Divinità e uno o più per la/le strega/ghe.”

https://i2.wp.com/img147.imageshack.us/img147/7240/witchfp4.jpg

“Il calice è legato all’elemento acqua, genere femminile.
Si usa nei banchetti durante i sabbat o gli esbat ed è un contenitore magico per qualsiasi sostanza sia essa materiale che psichica. Il calice raccoglie, conserva e disperde l’energia.
solitamente è fatta d’argento che è il metallo della luna, che regola e governa le maree e le acque interne al corpo umano, oltre che sacro alla dea.
Oppure può anche essere placcato in argento, ceramica, cristallo ma l’argento resta il metallo migliore essendo legato alla simbologia strumento/luna/elemento.
Per trovare il calice giusto si inizia con il chiedere aiuto alla dea, che ci indichi la strada e il negozio dove trovarlo. Ci si può orientare verso i negozi di new age, di antichità, sulle bancarelle. Anche la ricerca è importante perchè vista come una crescita spirituale e interiore e quindi non mettersi mai fretta, non accontentarsi, aspettare, metterci tutto il tempo che occorre. Il calice e voi dovrete incontrarvi e scegliervi reciprocamente. NON CONTRATTATE MAI SUL PREZZO O DEPREZZERETE ANCHE IL VALORE DELLA VOSTRA COPPA.
LA COPPA E’ LA MENTE, LA TOMBA, UNA GROTTA, LA COPPA PUO’ ESSERE SVUOTATA, CONTENERE LA PURIFICAZIONE, NUTRIRE MA ANCHE AVVELENARE, RISCALDARE, RAFFREDDARE, RISTAGNARE.
Anche la coppa deve essere benedetta e consacrata seguendo un rituale in occasione della luna piena.”

Tag Cloud